• Via Vito d'Ancona, 14 - Roma, Italy
  • +39 06 50918036
  • info@itinerisitalia.com
  • uk-US

Donachiaro & SLAncio

FESTIVAL DEL FUNDRAISING: DONACHIARO RACCOGLIE FONDI PER PROGETTO SLAncio.

LA STRUTTURA DI MONZA CHE ASSISTE E RESTITUISCE DIGNITA’ AI MALATI DI SLA.

Lago di Garda, 04 Maggio 2015 – E’ tutto pronto per l’edizione 2015 del Festival del Fundraising, l’evento sul Lago di Garda dove dal 6 all’8 maggio oltre 600 fundraiser delle principali Organizzazioni Non Profit si aggiorneranno sulle tecniche più evolute di raccolta fondi. Donachiaro, per il secondo anno sostenitore della manifestazione, ha scelto invitare proprio i fundraiser a usare lo sportello Donachiaro per sostenere un progetto che brilla per qualità e trasparenza: il Progetto SLAncio. SLAncio è la casa di cura di Monza che da oltre un anno assiste e migliora la qualità della vita delle persone affette da SLA e malattie neurovegetative e dei loro familiari. Oggi accoglie e cura 71 persone. Visitando i reparti, si percepisce una straordinaria serenità. SLAncio è un luogo di ascolto, di premure, di cure amorevoli e di competenti servizi socio-sanitari. SLAncio è stato studiato in tutti i dettagli: è stato condotto uno studio scientifico sui colori e l’ambiente. Grazie alla domotica, molti dei pazienti possono regolare le tapparelle, accendere luci, cambiare canale della Tv, contattare gli infermieri. Accanto a qualificati servizi medici, eccellenze tecnologiche, sensibilità umane, anche l’arte interviene nei percorsi di cura. L’albero delle vita racchiuse, Il Mosaico della Solidarietà del professore Aldo Bottoli e le opere degli artisti di Koinè aiutano e accompagnano la degenza. Hanno lo stesso scopo le terapie complementari come la Pet Therapy, lo Shiatsu e la Musicoterapia.

Progetto SLAncio è gestito dalla Cooperativa La Meridiana, nata 39 anni fa a Monza, da un gruppo di volontari della Parrocchia San Biagio. Oggi La Meridiana è un’impresa sociale formata da 85 soci, 95 volontari, oltre 300 operatori. ”Il Centro, costato più di 11 milioni di euro, - spiega Roberto Mauri, direttore della Cooperativa - è un investimento per la comunità, per le famiglie, una scelta impegnativa; SLAncio non è proprietà de La Meridiana, ma un Bene Comune per il territorio. Per questo abbiamo deciso di rivolgerci ai cittadini, perché sostengano questo Progetto e ci incoraggino a proseguire questa sfida. La sfida a queste mostruose malattie, feroci come la SLA e paralizzanti come gli Stati Vegetativi. La sfida nella ricerca di una serenità e di una maggiore comprensione della sofferenza. In questa battaglia serve oltre che umanità e spirito di servizio, anche sostegno economico. Fare una donazione a SLAncio significa sorreggere i pazienti e le famiglie, diffondere speranza, contrastare la solitudine della malattia.”

Già da sei mesi SLAncio ha scelto di utilizzare uno sportello Donachiaro per la raccolta di fondi presso la struttura, con ottimi risultati. Tra i testimonial del progetto, si sono avvicendati in una staffetta di solidarietà Maria Grazia Cucinotta, Stefano Tacconi, Pintus, i Dear Jack, Claudia Peroni, i Legnanesi.

“Abbiamo adottato Donachiaro” – afferma Roberto Mauri, direttore Progetto SLAncio – “perché riteniamo sia uno strumento semplice ed efficace in grado di favorire la trasparenza e la sicurezza delle donazioni. E’ una scelta importante perché coerente alla nostra impostazione: è nostra volontà, infatti, offrire riscontro a qualsiasi donazione e indicare la destinazione degli aiuti che riceviamo. Donachiaro è un sistema che mette in condizione di superare qualsiasi titubanza e offrire sicurezza al donatore.”

Due parole su Donachiaro

Progettato e brevettato nel 2013 da Itineris Italia, Donachiaro è il primo sportello digitale dedicato alle donazioni degli utenti privati. Il progetto è interamente italiano e risponde all’esigenza di una gestione sicura, accessibile e trasparente della raccolta fondi da parte delle organizzazioni non profit e degli stessi sostenitori. Disponibile in versione “fissa” a colonna, mono e doppio schermo, ed in versione portatile adatta a progetti itineranti, Donachiaro consente agli utenti di informarsi sulle campagne di fundraising ed effettuare le proprie donazioni in contanti o con moneta elettronica. Vediamone gli aspetti fondamentali.

INFORMAZIONE. I sostenitori possono informarsi sui progetti e conoscere il percorso delle donazioni, attraverso lo schermo interattivo.

SICUREZZA. Né scatole di cartone, né teca trasparente: il denaro va direttamente nel cassetto di sicurezza attraverso un accettatore di monete e di banconote, o direttamente sul conto corrente dell’associazione per le donazioni effettuate con moneta elettonica. Donachiaro emette SEMPRE una ricevuta, che nel caso di donazioni con moneta elettronica, può essere utilizzata ai fini di deduzione/detrazione fiscale.

TRASPARENZA. Il 100% delle donazioni in contanti va direttamente all’ente beneficiario, mentre alle donazioni con moneta elettronica viene detratto il solo costo della transazione bancaria. Le organizzazioni hanno una gestione trasparente e semplificata della raccolta fondi.

SEMPLICITA': Facile utilizzo per gli utenti ma anche facile gestione per le organizzazioni: basta una presa elettrica. La stazione è già collegata in modalità wireless con Router UMTS di ultima generazione.

GESTIONALITA’ Le organizzazioni possono accedere da remoto ai dati di raccolta di ogni proprio sportello Donachiaro dall’area clienti del sito donachiaro.com.

FIDELIZZAZIONE: Al termine del percorso di donazione, gli utenti possono scegliere se restare in contatto con l’organizzazione e il progetto sostenuto, inserendo i propri dati personali.

Il progetto sta riscuotendo grande interesse tra le ONP. A pochi mesi dal lancio del progetto hanno scelto Donachiaro, oltre a Save The Children Italia, Lega del Filo d’Oro, Oxfam Italia, Croce Rossa Italiana, Progetto SLAncio, Cardioteam fundation Onlus, Fondazione Banco di Napoli per Fondazione di Comunità del Centro storico di Napoli, Terra del Fuoco - Treno della Memoria.

Ufficio stampa: Barbara Ruiz – b.ruiz@itinerisitalia.com - +39 348 5166231

Torna alla Press Area